Convinzioni limitanti. Come superarle?

Ciao, oggi voglio parlarti di un argomento che tratto spesso nelle mie sessioni: le convinzioni limitanti.

Prima di continuare, nel caso tu non mi conosca, mi presento, il mio nome è Francy, life Coach, Life Mentor creatrice di Matrix Essenza.

Convinzioni limitanti. Da dove partiamo?

Iniziamo dicendo che non sono gli eventi che accadono ad influenzare la nostra vita, ma l’interpretazione che noi diamo a questi stessi eventi, filtrata per l’appunto attraverso le nostre convinzioni.

Le convinzioni nascono quando, un evento piacevole o doloroso genera in noi una emozione. Da quel momento in avanti, se ripenseremo a quell’evento, saremo convinti che riviverlo ci porterà a provare nuovamente le stesse emozioni.

Quindi, le nostre convinzioni altroché non sono che delle supposizioni che facciamo su noi stessi, sugli altri e su tutto ciò che ci circonda. Come se fossero filtri che ci forniscono spiegazioni di come sono le cose e del perché sono così.

Ci aiutano a non sentirci in balia degli eventi della vita e a costruirci le nostre aspettative.

Le convinzioni sono utili perché ci aiutano a vivere meglio: riducono ansia, paura e stress verso tutto ciò che non conosciamo.

Per cui avere delle convinzioni è funzionale.

Quello che è fondamentale comprendere è che le nostre convinzioni non sono fatti oggettivi e immutabili, bensì sono solo nostre interpretazioni di ciò che ci è accaduto, molto spesso risalenti al periodo dell’infanzia e dell’adolescenza.

È possibile, tuttavia, che le convinzioni che ci sono servite in un certo momento della nostra vita, non siano più adatte alla nostra nuova realtà, e che magari sia necessario adottarne di nuove.

Continuare ad usare quelle “vecchie”, quando noi e le cose attorno a noi, sono cambiate, potrebbe crearci difficoltà e ostacoli anche importanti.

Fin qui abbiamo capito come nascono le convinzioni e per quale ragione.

Vediamo ora insieme come puoi trasformarle, nel caso siano diventate limitanti e stiano boicottando la tua vita.

Inizia facendo una lista delle tue convinzioni limitanti. Ti consiglio di cercarle ripercorrendo con la mente gli insegnamenti che ti venivano trasmessi.

Ti faccio alcuni esempi.

Se ti sei sentito dire: “I soldi non fanno la felicità” con molta probabilità questa affermazione nella tua mente è diventata: “Non sarò mai ricco”

“Non riesci a far nulla di buono” potrebbe essere diventato: ”Non sono capace. Perché provarci?”

“Mangia tutto, in Africa i bimbi muoiono di fame” potresti averlo incamerato come: ”Anche se non ho fame devo mangiare.”

Oppure: ”Gli uomini non piangono, sono duri”, potrebbe essersi trasformato in: ”Devo tenermi tutto dentro”.

O ancora: ”Non mi interessa ciò che dici”, potrebbe mutare in: ”Di me non importa niente a nessuno”.

E così via.

Quando hai terminato la tua lista, scegli tra quelle che hai scritto, una convinzione che credi ti stia limitando proprio in questo periodo della tua vita.

Sottolineala e trascrivila su un’altra pagina.

Ora descrivi in che modo esattamente questa convinzione ti sta limitando.

Subito dopo, decidi come vuoi essere, agire e sentirti tu davvero, aldilà di questa convinzione.

Infine scrivi una dichiarazione che ti autorizza ad essere, agire e sentirti in questo nuovo modo.

Provo a farti un esempio.

Metti che la tua convinzione limitante sia: ”Chiedere aiuto è segno di debolezza” che magari nella tua mente diventa: ”Devo fare tutto da solo”.

Come ti limita questo?

Se non chiedi aiuto, potresti rischiare di non rispettare le scadenze.

Oppure, per rispettarle, dovrai lavorare ininterrottamente, dormire molto poco e non avrai tempo ed energia per te stesso e per i tuoi cari.

Compreso questo, potresti chiederti: ”Quindi come voglio sentirmi?”

La tua risposta potrebbe essere: ”Io voglio sentirmi libero di chiedere aiuto quando ne ho bisogno e voglio delegare le cose che non amo fare”.

Con quale nuova convinzione puoi invertire la tendenza?

Ecco un esempio: ”Chiedere aiuto è giusto e conveniente e io sono degno di ricevere aiuto e collaborazione quando ne ho bisogno”.

Fatto questo passaggio, dovrai ricordarti di ripetere la tua nuova convinzione ogni giorno per almeno un mese, affinché si imprima nel tuo subconscio e ti guidi verso un futuro più in linea con ciò che vuoi ora.

Questo esercizio è un primo valido aiuto che ti permetterà di cambiare una convinzione limitante.

Per correggere tutte le convinzioni limitanti, ci vogliono metodo, strumenti efficaci e allenamento costante.

Se hai fatto l’esercizio, scrivimi nei commenti come ti sei sentito dopo e ricordati di seguirmi se ti interessano i contenuti di cui parlo.


3 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti