Hai paura per il futuro?

Se hai paura per il tuo futuro, innanzitutto devi sapere che questa paura che ora stai sentendo, non è nel futuro. Essa e ora!

Cosa intendo dire?

Credo sia meglio fare un passo indietro e chiarire che cos’è la paura: la paura è un’emozione e si manifesta nell’individuo perché è utile, come del resto ogni altra emozione.

Ciò che non ti è utile è farti controllare dalle emozioni.

Nelle sessioni che tengo, infatti, spesso lavoro proprio sulla gestione delle emozioni, perché si manifestano in noi proprio per darci delle informazioni e non per rovinarci l’esistenza.

Quindi, tornando alla nostra paura del futuro, ciò che puoi fare ora è ricordare a te stesso, te stessa, che se la stai sentendo in questo momento, in cui pericoli imminenti non ce ne sono, è ovvio che la paura ti sta solo comunicando come immagini in questo momento il tuo futuro. E cioè colorito da brutture, idee fallimentari, pericoli o altre fantasie raccolte un po’ qua e un po’ là, dalla realtà che ti circonda.

Come sarebbe se tu ora iniziassi a interrogare questa paura e ti chiedessi: “Di cosa ho realmente paura?”.

La risposta potrebbe essere:

“Di non trovare lavoro”

Oppure

“Di non incontrare il partner adatto a me”

oppure

“Di non riuscire nel mio progetto”, “Di non avere denaro sufficiente”, “Di non stare bene di salute” e così via.

Qualunque sia la risposta che ti darai, ascoltati e fatti un’altra domanda: “Cosa posso fare concretamente adesso, subito, per dare una direzione diversa a ciò che immagino possa accadere?”

Non cercare subito grandi cose. È sufficiente che tu metta in atto una piccola azione che modifichi fin da subito l’idea terribile che hai del tuo futuro.

Per esempio: puoi metterti a fare una lista, prendendo carta e penna o, se sei tecnologico, usando il tuo device preferito. Inizia a scrivere, partendo esattamente dalla tua situazione attuale, una sequenza di azioni strategiche o idee chiare da mettere in pratica, con date precise e descrizione dettagliata di come le attuerai.

Come noterai, scrivere subito, quindi fare una piccola azione concreta nel presente, eliminerà immediatamente l’emozione della paura.

Quindi questa paura che cosa ti stava dicendo?

Una cosa sola: che eri immobile nell’immaginare scenari apocalittici e che serviva solo che concretamente spostassi l’attenzione della tua mente verso pensieri che, seppur piccoli o solo immaginati, ti danno subito nuove prospettive e nuovi stimoli.

Scrivimi nei commenti se hai fatto la tua lista speciale, e come si è modificata l’emozione che provi ora, rispetto a prima!


6 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti